Legabasket, Happy Casa Brindisi: separazione consensuale con Iris Ikangi, l'ex Chappel confermato a Venezia

Happy Casa Brindisi comunica di aver esercitato l'opzione d'uscita in favore del club prevista all'interno del contratto in essere con l'atleta Iris Ikangi. La società augura un prosieguo di carriera ricco di soddisfazioni al giocatore contraddistintosi per impegno e professionalità nei mesi di permanenza a Brindisi. Ad oggi le conferme di Thompson, Gaspardo e Zanelli. Si lavora alle conferme di J. Brown III che è appetito da diversi team. E di Martin.

 

La Reyer Venezia intanto ha deciso di confermare l'ex Brindisi Jeremy Chappell. La guardia di Cincinnati nell'ultima stagione ha disputato tutti i 42 incontri con una media di 10.3 punti, 3.8 rimbalzi e 1.6 assist a partita. La scalata al tricolore nella prossima stagione passerà anche per il suo grande agonismo e la sua difesa. "Sono eccitato all’idea di continuare a giocare con la Reyer - ha detto Chappell - Il modo con cui si è conclusa la passata stagione mi ha lasciato molto amaro in bocca perché eravamo in forma, stavamo giocando bene ed entrando nella fase clou. Sia in Eurocup, dove eravamo ai quarti di finale, che in campionato potevamo fare qualcosa di speciale. Voglio dunque ringraziare la società per la stima e la fiducia, il prossimo campionato sarà ancora più difficile, squadre come Milano e Bologna si sono rinforzate molto, ma sarà ancora più stimolante e avremo ancora più determinazione a competere".

"Le squadre di successo sono basate sulla solidità del Club e la Reyer è una delle più solide d’Italia, c’è una mentalità vincente e si cerca di vincere le partite con la difesa, è il posto perfetto per me. Dal mio punto di vista vincere è la cosa più importante e qui alla Reyer ho trovato un gruppo fantastico come cultura del lavoro. E’ l’organizzazione più professionale in cui ho giocato e quando vivi all’interno di un Club che dà il meglio per te è naturale dare qualcosa in più, in campo e fuori.
Sono contento che i tifosi apprezzino la mia attitudine e personalità, in campo do sempre tutto me stesso. Sono certo che tutti noi giocatori torneremo a Venezia con la fame di continuare ciò abbiamo lasciato in sospeso. La mia famiglia è entusiasta di tornare a Venezia, ci vediamo presto e grazie del supporto!”.

0
0
0
s2sdefault