L'approfondimento del biologo Giampiero Dantoni: "Dedicato ai VA-ȻȻI-NATI"

Questa informazione è destinata a tutti, ma in particolare a quanti, parenti, amici e sconosciuti hanno deciso di farsi la punturina nella convinzione di ricevere un farmaco che li proteggesse dal famigerato agente patogeno, ritenuto mortale. Parliamo della campagna va-ȻȻi-nale contro la cosiddetta pan-demia da C.V. in corso.

 

Le informazioni che vi sto offrendo sono solo nel vostro interesse, ma potrebbero venire bloccate dalla censura feroce messa in atto dal sistema di controllo capillare della rete internet che fa capo a Google, FB, WA, YT. In tal caso opteremo per piattaforme alternative senza censura.

Ci troviamo ormai nella più buia stagione nella storia del diritto e delle libertà conquistate a prezzo di sangue da nostri predecessori coraggiosi e poi codificate nelle carte costituzionali dei paesi. Quelli nati dopo il 1946 ne godono, spesso senza gratitudine e rispetto, come fossero valori piovuti dal cielo, ormai acquisiti e scontati allo stile di vita moderno. La ritengono garanzia inattaccabile dei diritti inalienabili, inviolabili. Così è stato, più o meno, fino all'avvento dell'infezione da cv innominabile. Tutto è però cambiato, sotto gli occhi delle masse sorprese e incredule che ciò sia potuto accadere, senza che nessuno si opponesse. Soprattutto nel disinteresse a quei valori, distratti dal pericolo di morte imminente. Ma non è qui il punto.

Il problema è la massa di informazioni disponibili e contraddittorie, atte più a confondere, come una INFO-demia. La discriminante impressa nel cervello dei teledipendenti, per voi moderni, è detta “fake news”, intesa dal loro punto di vista. Vorrebbero imporci la supremazia di una scienza, la loro, ed il conseguente “scientismo” come fonte assoluta di verità: virologi, infettivologi, farmacologi, Enti sanitari, dottori della medicina, in quanto tali, non direbbero il falso. Pretendono di indicarci loro cosa è vero e cosa è falso. Una pretesa in odore di dogma, che è la forma di conoscenza più lontana dall'etica propria della scienza vera. Un strumento invece amato dalla pseudo-scienza per zittire il dissenso. E' la riproduzione attualizata del dogma religioso della “infallibilità papale” sancito nel Concilio Vaticano I del 1869. Cioè: il Papa di Roma non può sbagliare quando parla “ex cathedra”, dove assume il ruolo sacro di dottore e pastore universale della Chiesa. Ma, attenzione, se la autoattribuiscono da soli tale autorità. Iddio non c'entra niente e, semmai, quando arriverà nella veste di Cristo, con Lui per primi faranno i conti. Di fronte a tale tracotante falsificazione delle basi della ricerca da parte di personaggi collusi e in conflitto di interesse, c'è una sola via. Capire da se come stanno le cose. Noi proponemmo in un articolo una modalità di discernimento del vero dal falso, c'è uno sforzo da fare, non basta leggere(1). Ora o mai più!

E' a questo discernimento che occorre far riferimento su quanto stiamo per dire. Se è vero o falso sta a voi scoprirlo.

Sono state pubblicate da varie fonti non ufficiali informazioni riguardanti la reale composizione delle sostanze di cui sopra presenti nei flaconcini iniettate sul braccio. La maggior parte del contenuto non era stato dichiarato (2)(3)(4). Non si tratta di errori casuali e sporadici di fabbricazione, poiché le sostanze individuate sono parecchie e non fanno parte dei processi di produzione, poiché nulla hanno a che fare con alcun medicinale. Non è mia intenzione allargarmi al perchè di questo fatto. Invece faccio una semplice constatazione: bene non possono fare.

Si tratta di ossido di grafene, silicio, ferro giallo ed altro. Inoltre sono state individuate sequenze di nucleotidi (mRNA) codificanti estranee alla proteina spyke (antigene del CV). Codificanti per altre entità biologiche sgradevoli. Dai link qui sotto potete informarvi di più. Che cosa succederà da ora in poi nessuno lo sa, poiché non era mai successo prima. Almeno così si pensa. Medici sul campo riferiscono, a parte le continue morti post punturina prontamente escluse dalla causalità diretta, di pazienti con problematiche di carattere neurovegetativo, psicotico, comportamentale, di reazioni abnormi immuni e autoimmuni. Per ora.

Credere o non credere potrebbe fare la differenza. Chi possiede un sistema immunitario sano, ma anche chi ha carenze, se credete vero di avere in corpo quelle cose, tutti dovrebbero ricorrere, secondo noi, a terapie disintossicati e chelanti al fine di estrarre dal corpo e disattivare le sostanze ricevute senza informazione e consenso. Prima che si manifestino i sintomi. Dal punto di vista penale, mi risulta la possibilità di denuncia dei colpevoli anche se firmata la liberatoria.

Infine è oltremodo opportuno effettuare un intervento d'avanguardia sul piano bio-energetico sconvolto dalle presenze elettromagnetiche introdotte con le sostanze estranee.

Se invece siete scettici che sia potuto accadere tutto ciò, che sia una “fake news” e che andrà tutto bene, non posso darvi torto, non fosse altro che per scaramanzia.

Il mio dovere di fronte a Dio l'ho fatto e continuerò, con la consapevolezza di fare del bene.

Il libero arbitrio di tutti è inviolabile anche dal Creatore.  

FONTI

1) http://www.ilsalentomagazine.it/index.php/breaking-news/2837-l-approfondimento-del-biologo-giampiero-dantoni-vero-o-falso

2) https://dailyexpose.co.uk/2021/08/30/american-scientists-confirm-toxic-graphene-oxide-and-more-in-covid-injections/

3) https://t.me/zainz1969/546

4) https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0153544

0
0
0
s2sdefault

ADV

salento magazine

I più letti